Floydseum

FLOYDSEUM

Dal primo museo virtuale in 3D dedicato ai Pink Floyd fino alle mostre su "The Wall" e al libro sul concerto di Venezia 1989

Un'associazione culturale per promuovere l'arte dei Pink Floyd

Costituita il 25 ottobre 2012, ma già riconosciuta e apprezzata nel panorama internazionale e nazionale, l'Associazione Culturale Floydseum promuove tutte le iniziative culturali volte a valorizzare e diffondere la "passione rosa" attraverso il coinvolgimento di collezionisti, appassionati o semplici fan dei Pink Floyd.

 

Grazie a consolidate relazioni internazionali, ormai patrimonio dei soci, l'Associazione si impegna costantemente ad essere un punto di riferimento per la condivisione della cultura legata al gruppo e lo fa attraverso una ampia gamma di attività come:

 

  • la raccolta di materiale storico legato alla band al fine di conservarlo e preservarlo;
  • la costituzione e il costante aggiornamento di un museo virtuale 3D per offrire un'esperienza unica e coinvolgente;
  • la pubblicazione di contenuti web sempre aggiornati;
  • la condivisione del proprio know-how e del proprio patrimonio sia con altre associazioni o musei, sia attraverso la creazione di mostre, convegni e concerti.

 

 

Il Floydseum è su Internet all'indirizzo www.floydseum.org

 

I soci fondatori

La nascita dell'Associazione è ad opera di alcuni dei più conosciuti ed apprezzati collezionisti mondiali di documentazione storica dei Pink Floyd e di altri appassionati che hanno creduto fin dall'inizio a tale progetto. Nel dettaglio i soci fondatori sono:

 

Alberto Durgante (Italia)

Socio fondatore e Presidente dell'Associazione Culturale "Floydseum", amante dei Pink Floyd già dai 7 anni, è attualmente uno dei più noti e riconosciuti collezionisti di materiale "rosa". Negli anni '80 è stato editore della fanzine "Pink Collectors", punto di riferimento per i collezionisti di tutto il mondo, negli anni '90 è stato co-editore di un'altra fanzine nota all'ambiente, "Time", mentre dal 2008 è co-editore di "Heyou" nella quale è anche responsabile della redazione e della sezione Collezionismo.

La foto di suo zio Augusto è presente sul "muro della memoria" proiettato durante i concerti di "The wall live" 2010/2013 di Roger Waters.

 

Marco Bonecher (Italia)

Socio fondatore e componente del Consiglio Direttivo dell'Associazione Culturale "Floydseum", da sempre curioso e interessato alle novità, ha abbracciato con entusiasmo l'obiettivo dell'Associazione mettendo a disposizione di questa le sue conoscenze in ambito di consulenza direzionale. Lavora infatti, attraverso la sua società Nestar Iniziative, per primarie realtà nazionali e internazionali. Le sue competenze specifiche riguardano il cambiamento organizzativo, i processi produttivi e logistici in un ottica lean e tematiche legate al controllo di gestione.

 

Mattia Crespi (Italia)

Socio fondatore dell'Associazione Culturale "Floydseum", amante dei Pink Floyd e profondo conoscitore delle tecnologie, ha deciso di mettere a disposizione dell'Associazione le sue enormi conoscenze in materia d'innovazione tecnologica. E' infatti affiliato all'Institute For The Future di Palo Alto, è membro SA della IEEE e collabora con i gruppi di lavoro su modelli e simulazioni della NATO. Si deve a lui la realizzazione del sito web del Floydseum e, soprattutto, l'ideazione e creazione del Museo Virtuale 3D dedicato al gruppo.

Può vantare la sua presenza al concerto dei Pink Floyd di Venezia del 1989, concerto che tuttora definisce come il migliore della sua vita.

 

Mauro Fagnani (Italia)

Socio fondatore dell'Associazione Culturale "Floydseum", da sempre nel mondo del collezionismo dedicato ai Pink Floyd, è nel tempo diventato uno dei più noti ed apprezzati collezionisti di materiale relativo alla band. Si annoverano nel suo portafoglio numerose collaborazioni con note fanzine ed autori di libri; negli anni '90 è stato, insieme ad Alberto Durgante e Nicola De Cal, co-editore della fanzine "Time" e negli ultimi 5 anni è divenuto co-editore e responsabile della sezione news e promotion della fanzine "Heyou". Per tale fanzine, oltre a tali incarichi, gestisce anche i rapporti con le case discografiche e con la stampa nazionale ed internazionale.

 

Nicola De Cal (Italia)

Socio fondatore dell'Associazione Culturale "Floydseum", da sempre grande appassionato della band, ha collaborato nel tempo con numerose fanzine ed autori di libri. Nei primi anni '90 è stato editore della fanzine "Learning To Fly"; alla fine degli anni '90 è stato co-editore della fanzine "Time" e dal 2009 è co-editore della fanzine "Heyou" per la quale gestisce questo sito web.

 

Vernon Fitch (U.S.A.)

Socio onorario dell'Associazione Culturale "Floydseum", storico musicale ed archivista dei Pink Floyd e responsabile dei "Pink Floyd Archives" statunitensi (pinkfloydarchives.com), è un noto e stimato collezionista ed esperto delle vicissitudini della band. Ha scritto numerosi libri come "The Pink Floyd Encyclopedia", "Pink Floyd - The press reports" e la sua "gemma" ovvero "Comfortably Numb - A History of The Wall" che rivela tutti i segreti dell'album omonimo, del film e degli show dal vivo. E' il punto di riferimento mondiale per le discografie dei Pink Floyd ed è stato coinvolto in molti dei loro progetti; è l'unica persona, estranea alla band, ad essere citata come fonte da Nick Mason nella sua personale biografia dei Pink Floyd intitolata "Inside Out".

 

Glenn Povey (U.K.)

Socio onorario dell'Associazione Culturale "Floydseum", fondatore della conosciutissima fanzine inglese dedicata ai Pink Floyd, "Brain Damage", ne è stato direttore dal 1985 al 1993, lanciando anche la carriera degli Australian Pink Floyd. E' un grande collezionista di documentazione storica relativa alla band, co-editore del libro "Pink Floyd In The Flesh, the Complete Performance History" e autore di quella che è unanimemente considerata la "bibbia" dei Pink Floyd ovvero il libro "Echoes" che lo ha consacrato come la principale autorità sulla storia della band. Ha scritto ampiamente sui Pink Floyd per molte riviste musicali tra cui Mojo, Record Collectors e Classic Rock. Attualmente lavora nella direzione artistica e tour production dell'industria musicale, è editore di libri sui Pink Floyd (mindheadpublishing.co.uk) e recentemente ha anche stampato un nuovo libro riccamente illustrato dal titolo "The Treasures of Pink Floyd".

 

Matt Johns (U.K.)

Socio onorario dell'Associazione Culturale "Floydseum", grande collezionista ed appassionato dei Pink Floyd, è stato uno dei collaboratori nella realizzazione della notissima fanzine inglese "Brain Damage" nata in Inghilterra, ma diffusasi in tutto il mondo tra gli anni '80 e '90. Seguendo l'evoluzione dei tempi ha dato vita all'omonimo sito in lingua inglese brain-damage.co.uk - che è diventato il più autorevole sito di news sui Pink Floyd.

 

Werner Haider (Austria)

Socio onorario dell'Associazione Culturale "Floydseum", grande collezionista ed appassionato dei Pink Floyd, è stato l'editore della notissima fanzine austriaco-tedesca "Pulse and Spirit". Inoltre, seguendo l'evoluzione dei tempi ha dato vita all'omonimo sito, pulse-and-spirit.com, che è diventato l'indiscusso punto di riferimento di tutti i fan floydiani di lingua tedesca.

 

Adrian Maben (U.K.)

Socio onorario dell'Associazione Culturale "Floydseum", regista di origini scozzesi, vive e lavora in Francia. E' noto per aver girato una serie di documentari su alcuni artisti di fama mondiale e per aver diretto tra il 1971 e il 1973 una pellicola fondamentale nella storia dei Pink Floyd: "Pink Floyd live at Pompeii". Per i pochi che non lo conoscessero, si tratta di un film-documentario-concerto registrato nell'anfiteatro di Pompei, che nel 1974 - per le sale cinematografiche - è stato arricchito con alcune immagini tratte dalla sala di registrazione di "The Dark Side of the Moon" agli Abbey Road Studios. Questo lungometraggio è da sempre un unicum assoluto ed è senz'altro, a pieno titolo, tra le principali icone del gruppo rock inglese.

Le iniziative: da "Outside The Wall" a "The Night of Wonders"

 

Questi sono i più importanti eventi che hanno visto la partecipazione del Floydseum...

 

Presentazione del museo 3D al "Pink Floyd Day II" - Brescia, 27 e 28 aprile 2013

Durante il Pink Floyd Day II, uno degli eventi più importanti dell'anno per celebrare i Pink Floyd e la loro musica, il Floydseum ha mostrato al pubblico il primo Museo Virtuale 3D dedicato ai Pink Floyd.

 

Mostra "Outside The Wall" - Padova, dal 13 al 28 luglio 2013

A Padova, in occasione del concerto di Roger Waters, il Floydseum ha organizzato Outside the Wall, la più grande mostra mai realizzata dedicata a "The Wall": ben 9.000 metri quadrati di estensione, e circa 7.000 visitatori in totale.

Il 13 luglio David Appleby (fotografo ufficiale durante le riprese del film) ha raccontato storie e aneddoti vissuti nel backstage.

Il 20 luglio Giò Alajmo ha condiviso con i fan i suoi ricordi personali di due eventi straordinari, che rimangono nella storia della musica: "The Wall" dei Pink Floyd dal vivo a Dortmund nel febbraio 1981 e Roger Waters spettacolo dal vivo a Berlino nel luglio 1990.

Il 25 luglio Glenn Povey ha incontrato gli appassionati per parlare di collezionismo e del suo mondo dei Pink Floyd visti da vicino.

Il 26 luglio c'è stato l'attesissimo incontro dei fans con Gerald Scarfe, noto vignettista che ha parlato dei suoi lavori e della sua lunga collaborazione con i Pink Floyd per "The Wall".

 

Mostra "The Night of Wonders" - Venezia, dal 12 luglio al 26 ottobre 2014

Il 9 luglio, presso la Sala Apollinea Grande del Teatro "La Fenice" di Venezia, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della mostra "The Night of Wonders". L'inaugurazione di The Night of Wonders è avvenuta il 12 luglio presso lo Spazioporto - ex chiesa Santa Marta, nella Sala Congressuale Espositiva dell'Autorità Portuale. Per celebrare il concerto favoloso del 15 luglio 1989 quando i Pink Floyd suonarono a Venezia su un palco galleggiante, Floydseum ha organizzato un evento incentrato su quel famoso concerto rock. Tra gli ospiti presenti c'erano Adrian Maben (che ha presentato il suo documentario "Chit Chat With Oysters", e Fran Tomasi (promoter del famoso concerto di Venezia del 1989).

Sono seguite le proiezioni dei film "The Wall Live in Berlin" (9 agosto), "La Vallée" (10 agosto), "Remember That Night" (16 agosto), "Crystal Voyager" (17 agosto), "More" (23 agosto), "Live At Pompeii" (24 agosto), "Pulse" (30 agosto), "Zabriskie Point" (31 agosto), "Stamping Ground" (6 settembre), e "Pink Floyd The Wall" (7 settembre). La mostra è proseguita fino al 26 ottobre.

 

Mostra "Pink in Porto" - Portogruaro (VE), dal 29 novembre 2014 al 28 febbraio 2015

Esposizione della collezione "The Night of Wonders" presso la Sala delle Colonne della Fondazione Collegio Marconi di Portogruaro (VE). La mostra, composta con gli scatti del bellissimo concerto in laguna sapientemente realizzati da alcuni tra i più noti fotografi della musica rock (Guido Harari, Andrea Pattaro, Marco Sabadin, Alcide Boaretto), riprone quanto già visto a Venezia con l’integrazione di nuove foto.

 

Il libro "The Night of Wonders - Pink Floyd a Venezia, 15 luglio 1989 - Luci, Suoni e Memorie"

Nelle librerie dal 17 gennaio 2015 il fantastico libro del Floydseum dedicato allo storico e contestatissimo concerto di Piazza San Marco a Venezia, durante la Festa del Redentore del 15 luglio 1989.

Il 31 gennaio il libro è stato presentato ufficialmente presso la mostra "Pink in Porto" a Portogruaro.

 

Presentazione del libro "The Night of Wonders" - Mogliano Veneto (TV), 1 aprile 2015

Nella raffinata atmosfera del cocktail bar “La Lampada” di Mogliano Veneto, il Floydseum ha organizzato una serata informale di presentazione del libro “The Night Of Wonders, 15 luglio 1989, Pink Floyd a Venezia, luci suoni e memorie” (Edizioni Antorami). Alla chiaccherata in allegria hanno partecipato anche 3 dei prestigiosi fotografi che hanno messo a disposizione le proprie foto per rendere unico questo libro: Andrea Pattaro, Marco Sabadin ed Alcide Boaretto, che hanno condiviso i loro ricordi di quella memorabile serata del 15 luglio 1989 e hanno autografato il libro ai numerosi spettatori presenti. In sottofondo le note del duo acustico Francesco Barbato e Charly Bertolotto, che hanno allietato la serata con brani, ovviamente ed indiscutibilmente, Pink. Inoltre, dal 21 marzo al 6 aprile presso “La Lampada”, i fotografi di Venezia Vision espongono 20 foto tra quelle pubblicate sul libro.

 

Presentazione del libro "The Night of Wonders" - Venezia, 17 aprile 2015

L’Associazione Culturale Floydseum ha organizzato presso la sala convegni de “La Toletta” (la più antica e famosa libreria di Venezia) una presentazione del libro “The Night Of Wonders, 15 luglio 1989, Pink Floyd a Venezia, luci suoni e memorie” (Edizioni Antorami). All’incontro culturale hanno partecipato alcuni dei prestigiosi fotografi che hanno messo a disposizione le proprie foto per rendere unico questo libro: Andrea Pattaro, Marco Sabadin ed Alcide Boaretto.

 

Presentazione del libro "The Night of Wonders" - Trieste, 22 maggio 2015

Presso la Libreria UBIK di Trieste, l’Associazione Culturale Floydseum ha presentato il libro “The Night Of Wonders, 15 luglio 1989, Pink Floyd a Venezia, luci suoni e memorie” (Edizioni Antorami). All’incontro culturale hanno partecipato anche alcuni dei prestigiosi fotografi che hanno messo a disposizione le proprie foto per rendere unico questo libro.

 

Presentazione del libro "The Night of Wonders" - Cividale del Friuli (UD), 12 giugno 2015

Presentazione del libro a cura del Floydseum presso la libreria UBIK di Cividale del Friuli.

 

Presentazione del libro "The Night of Wonders" - Marghera (VE), 13 luglio 2015

Serata interamene dedicata ai Pink Floyd, a due passi da Venezia; sul palco del Marghera Village, Alberto Durgante ha presentato il libro del Floydseum alla presenza di alcuni dei fotografi che hanno contribuito alla realizzazione dell'opera. A seguire, il grande concerto dei Gambler che hanno deliziato le centinaia di spettatori presenti all'evento.