Set

2016

Settembre

28.09.2016 - DAVID GILMOUR, TERZO SHOW ALLA ROYAL ALBERT HALL

Terzo appuntamento alla Royal Albert Hall di Londra in questa parte finale del tour che si concluderà il 30 settembre nella capitale inglese.

Sala gremita in ogni posto disponibile, con tantissimi fans giunti dall'estero (e molti dall'Italia) per assistere allo show della band di David Gilmour.

La scaletta non ha ovviamente riservato sorprese; è stata eseguita "Us And Them" (come lunedì 26) al posto di "The Girl In The Yellow Dress".

 

Prima parte: 5 A.M.; Rattle That Lock; Faces Of Stone; What Do You Want From Me; The Blue; The Great Gig In The Sky; A Boat Lies Waiting; Wish You Were Here; Money; In Any Tongue; High Hopes.

 

Seconda parte: One Of These Days; Shine On You Crazy Diamond (Parts 1-5); Fat Old Sun; Coming Back To Life; On An Island; Us And Them; Today; Sorrow; Run Like Hell.

 

Bis: Time/Breathe (reprise); Comfortably Numb.

 

Gilmour e la band sono apparsi in grandissima forma, e hanno offerto una prestazione di grande spessore tecnico; da sottolineare in particolare la pregevole esecuzione di "The Great Gig In The Sky" (applausi per tutti i coristi), una potente "One Of These Days", "Us And Them" e "Run Like Hell".

Durante "Comfortably Numb" c'è stata una sorpresa: a cantare il famoso bis che chiude come da consuetudine i concerti di Gilmour è stato chiamato l'attore Benedict Cumberbatch, che ha cantato le strofe dimostrando di sapersela cavare abbastanza bene anche con il canto.

Cumberbatch è molto famoso nel Regno Unito per aver interpretato Stephen Hawking nel film TV "Hawking", ma soprattutto per essere lo Sherlock Holmes dell'omonima serie TV; ad ottobre inoltre uscirà nelle sale il film "Doctor Strange", nel quale interpreterà il ruolo del protagonista; è conosciuto in terra britannica anche per aver dato la voce a Smaug nella trilogia cinematografica de "Lo Hobbit".

28.09.2016 - ROGER WATERS LIVE A CITTA' DEL MESSICO

Quasi in contemporanea con lo show di Gilmour a Londra, Roger Waters si esibiva in uno straordinario concerto al Foro Solo di Città Del Messico (poi replicato il giorno seguente).

 

Questa la set list del concerto:

 

Prima parte: Speak to Me, Breathe, Set the Controls for the Heart of the Sun, One of These Days, Time, Breathe (Reprise), The Great Gig in the Sky, Money, Us and Them, Fearless, Shine On You Crazy Diamond (Parts I-V), Welcome to the Machine, Have a Cigar, Wish You Were Here

 

Seconda parte: Pigs on the Wing (Part 1), Dogs, Pigs (Three Different Ones), The Happiest Days of Our Lives, Another Brick in the Wall (Part 2), Mother, Run Like Hell, Brain Damage, Eclipse

 

Bis: Vera, Bring the Boys Back Home, Comfortably Numb

 

C'è stata quindi la sorpresa di "Fearless" in una scaletta che ha visto 11 brani in comune con quella suonata quasi in contemporanea da Gilmour a Londra.

Dal punto di vista scenografico, Waters ha optato per un grande schermo che richiama un po' le dimensioni del gigantesco muro che veniva costruito nel tour precedente; su di esso vengono proiettate immagini live, filmati ed effetti luce, trasformandolo anche in una gigantesca Battersea Power Station con tanto di ciminiere fumanti sulla sommità.

Il concerto è iniziato con un duro attacco di Waters ai potenti della terra, che non ha risparmiato nemmeno il presidente messicano Enrique Pena Nieto (colpevole secondo Waters della strage degli studenti di Ayotzinapa e per i tantissimi "desaparecidos"). Ma il bersaglio principale è stato sicuramente Donald Trump, al quale Waters si è riferito in modo diretto durante la canzone "Pigs", mostrando immagini del candidato alla presidenza degli USA nel grande schermo alle spalle del palco.

27.09.2016 - "RECORDS AND REBELS", "INSIDE KATE" E "SCARFE & MUSIC" IN MOSTRA A LONDRA

Londra ospita in questi giorni tre mostre di sicuro interesse per i fans dei Pink Floyd, in attesa della tanto sospirata "Their Mortal Remains" che arriverà al V&A Museum nel 2017.

 

E sempre al Victoria & Albert Museum è possibile visitare, dal 10 settembre al 26 febbraio prossimo, la mostra "You Say You Want A Revolution? Records & Rebels 1966 - 1970".

L'exhibition è dedicata a tutto ciò che ha contribuito a rendere indimenticabile la seconda metà degli anni Sessanta: musica, film, design, attivismo politico, diritti civili, integrazione sociale, lotta di classe, costume, moda, ecc...

Grazie alle cuffie Sennheiser che vengono fornite all'entrata, avvicinandosi alle teche contenenti il tantissimo materiale in mostra è possibile attivare automaticamente l'audio contestuale con brani musicali e commenti.

L'entrata costa UK£ 16.00, e l'accesso avviene ogni 15 minuti dalle 10:00 alle 16:15; la prenotazione è possibile anche online al sito http://www.vam.ac.uk/exhibitions/you-say-you-want-a-revolution-records-and-rebels-1966-70

Nella mostra è possibile ammirare tantissimo materiale in esposizione: i manoscritti di alcune canzoni dei Beatles, gli abiti di Sgt.Pepper, i vestiti di Twiggy, Blow Up, i poster psichedelici di CIA e Hapshash, le lettere dei soldati in Vietnam, Kennedy, Malcom X, Nico e i Velvet Underground, The Hobbit e I Ching, A Whiter Shade of Pale e A Salty Dog, i King Crimson e S.F. Sorrow, i comunisti e i nazisti, le riviste per gay e lesbiche e le prime pillole anticoncezionali, le Black Panthers e le rivolte degli studenti in Ohio, il Mellotron 400 e lo stylophone, Simon e Garfunkel, l'expo 1967 a Montreal, la prima carta di credito, la mitica Globe Chair, Woodstock e il Pop Music Festival di Monterey, White Rabbit, i Canned Heat, l'UFO Club e il Marquee, l'isola di Wight, Janis Joplin e Ravi Shankar, il sitar di George Harrison, gli Who e My Generation, Volunteers, Richie Havens, la batteria di Keith Moon, il contratto per CSNY per suonare a Woodstock (10mila dollari di compenso), Jimi Hendrix, i Grateful Dead, i Levi's 505 e la moda hippy, la Strato di Hendrix suonata a Monterey e quel che resta di quella distrutta al Saville Theatre, Hair, Dennis Hopper, il primo "Apple I" computer che costava 666.66 dollari, la calcolatrice HP9100A del 1970 che costava l'equivalente di 30mila euro di oggi, OZ e la psichedelia, i tarocchi, il karma, la giacca di Lennon per Imagine, l'aborto e il Family Planning, la lettera manoscritta con cui Paul annuncia alla EMI la fine dei Beatles, e molto altro...

I riferimenti pinkfloydiani sono limitati a un paio di vinili esposti, al contact sheet di Ummagumma, e ad un paio di poster e fotografie (con "Arnold Layne" come sottofondo).

Vi ricordiamo inoltre che è stato pubblicato il catalogo della mostra, oltre 300 pagine di grande formato, contenente l'accurata descrizione con foto di quasi tutto il materiale esposto; è in vendita sul sito del V&A Museum.

La mostra è molto interessante e piacevole, e richiede almeno un paio d'ore per essere visitata.

 

Presso l'Art Bermondsey Project Space, dal 13 al 30 settembre è possibile visitare la mostra "The Kate Inside - Kate Bush Classic And Unseen Photographs By Guido Harari, 1982-1993". L'entrata è libera.

Harari (che abbiamo avuto il piacere di incontrare durante la nostra visita) espone i suoi stupendi fotoritratti di Kate Bush, la maggior parte dei quali sono disponibili in edizione limitata e numerata per la vendita.

Il famoso fotografo, che ricorderete anche come gradito ospite dell'exhibition "Outside The Wall" a Padova nel 2013 quando venne a fotografare Gerald Scarfe, sta promuovendo il libro che dà il titolo alla mostra.

Harari sta inoltre valutando di portare la mostra anche in Italia, probabilmente il prossimo anno.

Tutto il materiale è acquistabile anche sul sito http://www.wallofsoundgallery.com/en/the-kate-inside-by-guido_harari/the-kate-inside.php

La terza mostra, decisamente quella a "maggior contenuto floydiano", è intitolata "Scarfe & Music" e si svolge dal 5 settembre al 31 ottobre presso la Barbican Music Library; l'entrata è libera.

Sono in mostra moltissimi lavori di Gerald Scarfe, con ovvia predominanza di quelli relativi a The Wall ma è possibile ammirare anche le sue caricature dei Beatles, degli Stones, di Roger Waters e di soggetti politici.

Con grande piacere abbiamo trovato in mostra anche il poster che Gerald Scarfe disegnò nel 2013 per la mostra "Outside The Wall" realizzata dal Floydseum (www.floydseum.org) a Padova, in occasione del tour di Roger Waters; il particolare della "mother" di Pinky, tratto dal poster del Floydseum, è inoltre utilizzato da Scarfe su una delle spille in vendita (se ne trovano 3 con soggetti differenti) e sui flyer che promuovono l'evento. Oltre ai pin badge si trova in vendita anche il poster A4 della mostra.

25.09.2016 - PINK FLOYD VINYL COLLECTION, VERSIONI GIAPPONESI

La "Studio Album Vinyl Collection" in Giappone prevede la pubblicazione dei vinili completi di replica della OBI originale, con il libretto interno e l'inserto promozionale.

25.09.2016 - DAVID GILMOUR, SHOW FINALI ALLA ROYAL ALBERT HALL

David Gilmour si appresta a chiudere il tour europeo con una serie di concerti (23, 25, 28, 29 e 30 settembre) alla Royal Albert Hall di Londra.

Questa la set list di venerdì 23 settembre:

 

Prima parte: 5 A.M.; Rattle That Lock; Faces Of Stone; What Do You Want From Me; The Blue; The Great Gig In The Sky; A Boat Lies Waiting; Wish You Were Here; Money; In Any Tongue; High Hopes.

 

Seconda parte: One Of These Days; Shine On You Crazy Diamond (Parts 1-5); Fat Old Sun; Coming Back To Life; On An Island; The Girl In The Yellow Dress; Today; Sorrow; Run Like Hell.

 

Bis: Time/Breathe (reprise); Comfortably Numb.

 

23.09.2016 - PINK FLOYD VINYL COLLECTION, ESCONO OGGI TRE VINILI

La "Studio Album Vinyl Collection" prosegue con altri tre album in ristampa, sempre su vinile 180 gr.

Da oggi 23 settembre sono in vendita "Atom Heart Mother" (disponibile su Amazon.it), "Meddle" (disponibile su Amazon.it) e "Obscured By Clouds" (disponibile su Amazon.it).

"Atom Heart Mother" si presenta con copertina apribile simile all'originale, senza alcuna scritta o codice a barre; la copertina apribile di "Meddle" richiama la textured cover originale; "Obscured By Clouds" esce con una copertina opaca e con gli angoli arrotondati, con adesivo rosa sul davanti.

Nessun inserto e nessun codice per il download all'interno; prezzi nei negozi oscillanti tra € 23 ed € 26.

23.09.2016 - RASSEGNA STAMPA

E' uscito uno speciale fuori serie della rivista francese "Les inRocks", dal titolo "Les 100 meilleurs album anglais"; Pink Floyd al 35° posto con "The Piper At The Gates Of Dawn", con 2 pagine dedicate. In vendita a € 8.50 in Francia, € 10 in Italia.

23.09.2016 - ROGER WATERS, CONCERTO GRATUITO IL 1 OTTOBRE

Concerto gratuito per Roger Waters a Città del Messico, il prossimo 1 ottobre.

Il concerto avverrà in Piazza della Costituzione, famosa in Messico con il nome "el Zócalo".

16.09.2016 - NUOVO VIDEO TEASER PER "THE EARLY YEARS"

Pubblicato un nuovo teaser video per il box "The Early Years 1965-1972", che mostra i contenuti dell'opera.

Lo potete vedere al link http://www.facebook.com/pinkfloyd/videos/10153872539037308.

16.09.2016 - RASSEGNA STAMPA

Su "Raro Più" di settembre (n.38, in copertina Renato Zero) nella rubrica "Rare OnLine" da segnalare la vendita di una copia del vinile italiano "The Piper At The Gates Of Dawn" del 1971 (colore delle label e condizioni non specificati) al prezzo di € 290, oltre ad un raro poster del "14 Hours Technicolor Dream" venduto a ben US$ 3.500

 

Su "PROG Italia" in edicola (n.8, in copertina Ian Anderson dei Jetrho Tull) all'interno "See For Miles: la psichedelia non muore mai" con 12 pagine a cura di Mark Blake, oltre a 4 pagine su Robert Wyatt, e 5 pagine sul box "The Early Years" a cura di Nino Gatti dei Lunatics.

16.09.2016 - CALENDARIO 2017

Il calendario ufficiale 2017 dei Pink Floyd, pubblicato da Aquarius, presenta una piccola variazione sul retro (foto a destra) rispetto alla versione europea pubblicata da Pyramid Internationa (foto a sinistra): una scritta sull'angolo inferiore sinistro che richiama Money, Relics e More. Disponibile a prezzo scontato su Amazon.it

09.09.2016 - "GRANTCHESTER MEADOWS" OFFICIAL MUSIC VIDEO

Continua la promozione del box "The Early Years 1965-1972", stavolta con la pubblicazione di un video sul canale ufficiale YouTube dei Pink Floyd nel quale la band esegue "Grantchester Meadows" alla KQED di San Francisco nel 1970. L'audio invece è preso dalla BBC Radio del 12 maggio 1970. Verso la fine si sentono anche alcuni passaggi di Rick Wright al pianoforte, filtrato attraverso l'eco.

Il video è realizzato da Aubrey Powell di Hipgnosis (direttore creativo) e da Nick Edwards (montaggio e editing).

09.09.2016 - PINK FLOYD EXHIBITION NEL 2017

Quando si parla di "Their Mortal Remains" vengono alla mente cose negative come biglietti pagati e mai rimborsati, organizzatori spariti nel nulla, promesse mai mantenute, totale mancanza di comunicazioni, e l'ennesima brutta figura fatta dagli italiani...

Fortunatamente, stavolta le cose andranno diversamente perché la tanto agognata mostra ufficiale dei Pink Floyd approderà a Londra nel 2017 al prestigioso Victoria & Albert Museum (sala 39 dell'Exhibition Space) dove sarà possibile ammirare oltre 350 oggetti legati alla band inglese.

L'inaugurazione è prevista per il 13 maggio 2017, e la mostra sarà visitabile fino al 1 ottobre 2017.

I curatori della mostra saranno Aubrey Powell (Hipgnosis) e Paula Stainton, affiancati dal team guidato da Victoria Broackes; la promozione è a cura di Michael Cohl della Iconic Entertainment Studios; il design è stato affidato a Stufish.

I biglietti per "Their Mortal Remains" sono in vendita su http://vam.ac.uk/pinkfloyd; l'ingresso intero costa 22 sterline dal lunedì al venerdì, e 26 sterline nel weekend (comprensivi di prevendita).

Per maggiori info visitate il sito http://pinkfloydexhibition.com.

09.09.2016 - RASSEGNA STAMPA

"Record Collector" di settembre (n.457, copertina dedicata al Prog 1966-70) tra le news cita la premiere del film "Get All That Ant?" dedicato a Syd Barrett, che si terrà alla Cambridge Guildhall il prossimo 21 ottobre in occasione del Cambridge Film Festival.

Quest'anno ricorre il 70° della nascita di Syd, e il decimo anno dalla sua scomparsa; la sua città natale lo ricorderà anche grazie a numerose iniziative organizzate dall'associazione benefica Cambridge Live Trust. Tra queste, il 27 ottobre ci sarà un concerto ("Syd Barrett - A Celebration") e verrà scoperto un manufatto al Cambridge Corn Exchange: una sorta di moderna scultura interattiva realizzata con pezzi di bicicletta (a ricordo della sua "Bike") e superfici riflettenti (che richiamano gli specchi della sua Fender Esquire del 1962).

Maggiori info su http://www.cambridgelivetrust.co.uk

 

"Classic Rock Italia" di settembre (n.46, in copertina i Beatles con Revolver) dedica spazio alla recensione di molti live dell'estate italiana, tra i quali il concerto di David Gilmour al Circo Massimo di Roma (con richiamo in copertina); in edicola a € 5.90

06.09.2016 - INTERVISTA A GUIDO HARARI

Paul Sinclair di SuperDeluxeEdition.com ha realizzato una lunga intervista a Guido Harari, la cui mostra fotografica "The Kate Inside - Kate Bush photographed by Guido Harari 1982-1993", stesso titolo del librofotografico che si appresta a pubblicare (vedi news di agosto 2016) si inaugura il 13 settembre a Londra. Il fotografo italiano spiega il suo rapporto personale e professionale con Kate Bush, soffermandosi in particolare sulle session fotografiche per "The Dreaming", "Hounds of Love" e "The Sensual World".

L'intervista è disponibile su http://www.superdeluxeedition.com/interview/interview-guido-harari-discusses-photographing-kate-bush.

01.09.2016 - MOSTRA LONDINESE PER GERALD SCARFE

La londinese Barbican Music Library ospiterà dal 5 settembre al 31 ottobre una mostra dedicata a Gerald Scarfe, dal titolo "Music & Scarfe".

All'interno sarà possibile ammirare bozzetti, poster e stampe del popolare fumettista britannico; come ha spiegato lo stesso autore, "sono principalmente conosciuto per i miei disegni a sfondo politico, quindi ben venga l'opportunità di mostrare le tante altre cose che ho realizzato, dai lavori per i balletti e le opere, per i teatri del West End, il rock'n'roll, le animazioni...".

Il 14 settembre Scarfe sarà al Barbican Centre per firmare le copie dei suoi libri.

Info sulla mostra su http://www.barbican.org.uk/artgallery/event-detail.asp?ID=20036.

01.09.2016 - INTERVISTA A DURGA MCBROOM

Durga McBroom ha rilasciato una videointervista all'agenzia di stampa DIRE, nella quale la cantante parla ovviamente delle sue collaborazioni con i Pink Floyd ("Ho imparato dai migliori ad essere la migliore") ma anche dei suoi progetti futuri, tra i quali il nuovo album con i Blue Pearl e Youth, e due nuovi lavori di cui uno realizzato con la sorella Lorelei e che conterrà anche cover dei Pink Floyd e due brani ai quali partecipano rispettivamente Jon Carin e Guy Pratt.

L'intervista è disponibile su http://www.dire.it/02-08-2016/68496-la-corista-dei-pink-floyd-vi-racconto-che.

01.09.2016 - ROGER WATERS AL CONCERTO BENEFICO PER LA BRIDGE SCHOOL

Roger Waters parteciperà all'annuale Bridge School Benefit Concert, un evento benefico che si tiene ogni ottobre allo Shoreline Amphitheatre di Mountain View (California) con lo scopo di raccogliere fondi per la Bridge School, ente non-profit che aiuta i ragazzi con difficoltà comunicative.

La manifestazione è organizzata da Neil Young e sua moglie Pegi; quest'anno ricorre la 30° edizione (il festival si tiene regolarmente dal 1986, con esclusione del solo 1987 quando venne avviato il programma educativo), che si svolgerà il 22 e 23 ottobre e vedrà impegnati i seguenti artisti: Neil Young + Promise of the Real, Metallica, Roger Waters, Dave Matthews, case/lang/veirs, Willie Nelson, My Morning Jacket, Norah Jones, Cage The Elephant, Nils Lofgren.

Info su https://www.bridgeschool.org/concert.